Lemen Volley – Lubest Real Volley

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:2016
  • Commenti dell'articolo:0 commenti

Partita molto bella quella di Sabato. Livello agonistico alto e di gran qualità, tensione alle stelle e da principio match chi ne risente maggiormente è proprio il Lemen.

Chi pensava sarebbe stata cosa semplice, è perché non ha ravvisato le qualità delle avversarie del Real Volley. Ragazze veloci negli spostamenti e sempre in perfetta sintonia di posizioni. Oseremmo dire che in difesa sono state la miglior squadra incontrata sin ora in campionato. Veramente brave, tutto difendevano e tutto alla perfezione. Le padrone di casa hanno dovuto faticare non poco nel riuscire vittoriose, nulla di scontato e sempre fortemente concentrate perché le sorti della partita si sarebbero potute capovolgere in ogni istante. Meritatamente vinta, ma contro un’ avversaria tenace e molto ben disposta in campo.

Durante il primo parziale, la squadra di Verderio ha sbagliato molto regalando tantissimo alle avversarie, di contro, le avversarie sono riuscite poco negli attacchi, ma sbagliando molto poco. Il crollo, come potevasi immaginare è avvenuto durante il terzo ed ultimo set.

Anche Lemen ha avuto il suo bel da fare in difesa, bene i due Liberi -Martiriggiano e Pillepich- soprattutto quando i muri venivano colti di sorpresa, determinanti in difesa e coperture. Lemen all’ attacco? certamente e tantissime volte, basti pensare che per mettere un punto nel proprio carniere, le padrone di casa dovevano attaccare 3-4-5 volte prima che la palla toccasse terra. Un super lavoro di tattica e strategia. Lemen continua il suo cammino verso le alti vette della classifica, convince e diverte, potenzialità in crescendo anche se meriterebbe maggior accortezza quel che sarebbe il compito primario nelle difese a muro.

I° set: apre il gioco Lemen con alla battuta Danesi. 1-0. Errore Lemen parità. Turno di Battuta di Cavagna che per prima, con una palla libera spiazza le avversarie e poi con attacco di Morstabilini si arriva sul 3-1. Lemen nel caos e sei errori consecutivi regalano la gioia alle avversarie di raggiungerle e superarle. 4-7. Riappropriatesi della concentrazione errante le casalinghe si riorganizzano e riprendono possesso del gioco, spendendo molto per recuperare il divario, di fronte avevano un avversario molto forte in difesa, quindi gli attacchi erano rivolti verso le avversarie con una quantità considerevole, ottimo test di durata della condizione fisica e mentale. Una volta recuperato il divario il Lemen si vede nuovamente superare per proprio demerito causato da errori propri. Era il set decisivo, chi avesse vinto questo set, avrebbe con molta probabilità vinto il match; si presume che fosse stato questo il motivo per cui la tensione bloccava le nostre nei movimenti e le avversarie sugli attacchi. Poi sul 18-20 il Lemen riconquista solidità e vola. 4 punti di Fumagalli, 2 di Morstabilini e 1 punto con ace di Rossato entrata per la battuta determinandone la vittoria. 25-22.

II° set: si diceva che chi avesse vinto il precedente set avrebbe vinto il match, certo, ma a quale prezzo? Questo parziale è stato l’ apoteosi del fluire dell’ adrenalina agonistica fino all’ ultimo punto. Lemen sempre con qualche errore di troppo resiste e mantiene la posizione acquisita. Punto su punto in perfetto equilibrio (incerto il risultato finale) fin sul 18-18. Calo temporaneo delle padrone di casa che si fanno superare 18-20, 19-22 pare che tutto sia vano, sul 22-24 addirittura tutto perduto, 24 pari e per ben due volte le bresciane in vantaggio e per ben due volte raggiunte, si giunge al 26 pari grazie a un errore per ognuna delle squadre, in questo istante la tensione alle stelle e adrenalina allo sbando (quest’ ultima da parte del pubblico) due punti consecutivi, prima di Morstabilini e poi di Tagliaferri chiudono il set su 28-26.

III° set. si teme il peggio, il famoso calo di concentrazione della squadra almennese che turba tutti quanti tanto è lo sgomento dei tempi passati. Invece no; nulla di ciò apparve, però siamo lieti di raccontarlo ora che tutto è compiuto. Punto su punto ci riporta ai set precedenti di scambi di cortesie agonistiche raggiungendo il 4 pari. Successivamente quattro attacchi fulminei di Morstabilini e Tagliaferri minano le facoltà che fino ad ora avevano caratterizzato le avversarie: il loro miglior talento, -“la difesa”-. Il Lemen ripreso il pieno possesso delle facoltà accelerano e obbligano all’ errore indebolendo ulteriormente le poche speranze delle ospiti che non dimostrano segnali di reattività. Non più e non in quel frangente.

Onore delle armi alle avversarie. 25-16

Lascia un commento